Piano volante

Piano volante

Un piano volante, una performance-concerto scenografica e sospesa a mezz’aria, a 4 metri di altezza da terra. Dopo ben 450 repliche all’Expo di Dubai, all’interno del padiglione internazionale Mission Possible – The Opportunity Pavillion, e quasi 1.000.000 di spettatori, la performance tutta italiana Piano Sky – Flying Piano è stata tra i protagonisti della cerimonia di chiusura dell’Esposizione Universale 2020. Si è svolta al Wasl Plaza lasciando a bocca aperta gli spettatori dell’Expo. Tra gli ospiti Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum (Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai) e la cantante Christina Aguilera.

La performance è nata grazie alla proposta del creativo Daniele Bonato ed è stata poi prodotta dalla compagnia veneta Cardinali Group. 

“A maggio dello scorso anno” spiega Daniele “sono stato contattato dall’Expo per portare Piano Sky – Flying Piano a questo importante evento mondiale: inizialmente è stata richiesta una programmazione di 90 spettacoli, ma visto il riscontro con il pubblico e la viralità dello spettacolo, l’organizzazione ha chiesto di prolungare gli spettacoli fino alla chiusura dell’Expo. Così dal 20 novembre 2021 il Mission Possible – The Opportunity Pavillion, uno dei padiglioni tematici dell’Expo Dubai 2020, è diventata la nostra “casa”: abbiamo realizzato 130 giorni di spettacoli con 4 repliche al giorno, il padiglione è stato visitato da più di 1.000.000 di visitatori”.

Tanta particolarità in questo spettacolo aereo: dai grandi classici ai brani contemporanei, con note eseguite al piano volante da una musicista sospesa in aria. Un incredibile viaggio nel mondo della musica, per stupire il pubblico con suoni e colori. Per il creativo Daniele Bonato è stata una soddisfazione incredibile, soprattutto alla luce di quello che il giovane faceva fino a qualche anno fa.

Il creativo italiano

Daniele Bonato ha 35 anni ed è cresciuto a Veggiano, un piccolo paese della provincia di Padova. E’ sposato e ha un bimbo di un anno. Qualche anno fa ha abbandonato il “posto sicuro” come geometra per mettersi in gioco nel mondo dello spettacolo. E’ lui che spiega come è arrivato il successo.

“Sono partito dal nulla nel piccolo garage del papà con le prime opere. Attualmente abbiamo una sede in Z.I. Selve di Teolo in provincia di Padova di 500 mq con una squadra di circa 30 persone tra artisti e tecnici. Il 16 dicembre 2018 presento la nuova produzione artistica Piano Sky – Flying Piano, spettacolo con pianoforte suonato dal vivo sospeso in aria con un’illusione visiva unica al mondo. Fin da subito è stato un successo: grazie anche a questo spettacolo abbiamo iniziato a macinare km: tutta Italia, Spagna, Andorra, Francia, Germania, Romania, Russia, Bahrein fino ad arrivare negli Emirati Arabi Uniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *