Sulle tracce del crimine

Una mostra noir: Sulle tracce del crimine

“Sulle tracce del crimine. Viaggio nel giallo e nero Rai” è la mostra in programma al Museo di Roma in Trastevere fino al prossimo 6 gennaio.

Il percorso è organizzato secondo una modalità tematico- cronologica, che colpirà lo spettatore grazie ad una carrellata di immagini e personaggi che attraversano la storia televisiva del genere giallo.

Si potrà così viaggiare nel tempo, partendo dai grandi sceneggiati del passato fino allo streaming video del crime di oggi, per scoprire come la Rai abbia trasformato il genere giallo e investigativo in oltre 60 anni. Dal giallo classico, alle storie gotiche, passando per il noir e il poliziesco. Dal bianco e nero al colore. Quanti cambiamenti di stile in tutti questi anni di televisione! Commissari, marescialli, poliziotti amatissimi dal pubblico.

Personaggi noir

Quanti di noi, o dei nostri genitori, nel corso degli anni si sono appassionati agli enigmi che venivano via via risolti dagli investigatori dei vari sceneggiati?

Alcuni di essi trovavano la propria origine nella letteratura. Come Maigret, l’Ingravallo di Gadda o il commissario Montalbano; a loro si affiancano personaggi inventati, come ad esempio il tenente Sheridan. E poi, ancora, Rocco Schiavone, Laura Storm, Nero Wolfe e tanti altri. La mostra multimediale propone 200 fotografie, in bianco e nero e a colori, tratte da circa 80 programmi televisivi. Ci sono poi 5 installazioni video e alcune postazioni sonore.

Nella mostra “Sulle tracce del crimine” ci sono anche pannelli artistico-informativi con l’esposizione di schede storico-critiche e curiosità sui singoli programmi, riproduzioni tratte dal Radiocorriere, articoli di quotidiani e riviste dell’epoca, reperti storici ed elementi scenografici che ci riportano ai fasti dei generi giallo e del genere noir.

Inoltre una stanza è interamente dedicata alla visione delle sigle televisive dei programmi più popolari.

Per i possessori di Mic card l’ingresso è gratuito.

Dopo Roma, a partire da gennaio 2021, la mostra approderà a Milano presso il Museo di Palazzo Morando.

Credits

La mostra è realizzata con il patrocinio del MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, promossa e coprodotta da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e da Rai Teche e fa parte di Romarama, il programma culturale di Roma Capitale. L’esposizione nasce da un’idea di Stefano Nespolesi ed è curata da Maria Pia Ammirati e Peppino Ortoleva. E’ realizzata in collaborazione con Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e INA, Institut National de l’Audiovisuel. Progetto grafico a cura di Rai Direzione Creativa. Progetto scenografico a cura di Carlo Canè. Supporto organizzativo Zètema Progetto Cultura.

Info utili:

La mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 20 (chiusura della biglietteria alle 19).
Informazioni: Tel. 060608 (tutti i giorni 9.00 – 19.00)

http://www.museodiromaintrastevere.it/it/informazioni_pratiche/biglietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *